Il maltempo fa due vittime in Abruzzo. Si tratta di due marittimi che erano a bordo di un peschereccio, affondato al largo di Giulianova con ogni probabilità a causa del cattive condizioni atmosferiche. L’imbarcazione – denominata Eliana, un 12 metri che apparteneva alla marineria giuliese – avrebbe dovuto far rientro in porto nel primo pomeriggio, proprio mentre il mare era in burrasca a causa del maltempo. Ma le comunicazioni si sono interrotte attorno alle 15.30.

Le ricerche della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, impegnata con un elicottero e due motovedette, sono scattate immediatamente e andate avanti fin quando il mezzo aereo non ha individuato i corpi dei due pescatori, ormai senza vita, a tre miglia e mezza dalla costa. Non è stata invece rinvenuto il motopeschereccio, ma solo alcuni detriti che farebbe pensare al fatto che i due possano essere stati sorpresi da una tromba d’aria. Altri pescatori che erano in zona parlano di vento a 55 nodi e onde alte fra i 3 e i 5 metri.

Le vittime – secondo quanto riportano i quotidiani locali – sono il proprietario dell’Eliana, Elio Artone, e il marinaio Claudio Mazza. I loro corpi sono stati trasferiti in porto e poi in obitorio, dove rimarranno a disposizione del pm che ha disposto l’autopsia.