Negli ultimi 15 giorni l’autore della pagina Facebook ‘Le più belle frasi di Osho’ ha avuto limitazioni alla possibilità di pubblicare contenuti. La motivazione ufficiale è la violazione del copyright. “Ho preso le foto, come tante altre persone, dalla rete – spiega Federico Palmaroli, ideatore e autore della pagina – ma solo io ho subito una segnalazione dai seguaci dell’Osho autentico. Ora non posso più pubblicare le foto”. Palmaroli ha avuto l’idea di creare questa pagina per ‘umanizzare’ Osho, il maestro spirituale indiano, renderlo come il nostro vicino di casa, puntando su uno dei capisaldi del suo pensiero: l’umorismo, l’autoironia. “Evidentemente questo insegnamento è un po’ sfuggito ai suoi seguaci”.

In attesa del ritorno di Osho per il momento dobbiamo accontentarci del premier Gentiloni, Renzi, Papa Francesco e altri “special guest” che portano avanti il suo ‘pensiero’, strappando risate e anche qualche riflessione sulle vicende quotidiane.