È appena stato caricato online il secondo trailer di Blade Runner 2049, il sequel del cult diretto da Ridley Scott nel 1982 che vede alla regia l’astro nascente di Hollywood, Denis Villeneuve. Il film, che uscirà tra il 5 e il 6 ottobre 2017 in tutto il mondo, non sarà al Festival di Venezia 2017. Anche se la corte al regista da parte di Barbera&Co. è stata anticipata dall’inserimento in Concorso nel 2016 di Arrival, e anche se esiste il precedente illustre della matrice originale di Scott protagonista di una storica proiezione al Lido a due mesi dall’uscita nel 1982, Venezia si dovrà accontentare in tema di grandi nomi del nuovo film di George Clooney, Suburbicon, e se la Paramount troverà la “quadra” tra Toronto e Telluride, del nuovo controverso film diretto da Darren Aronofsky, Mother.

Tornando a Blade Runner 2049 poche ore fa il regista canadese, Ford, Gosling e l’ “ologramma” di Jared Ledo, hanno presentato il secondo trailer del film al Comic-Con di San Diego. Oltre alle solite fascinazioni di tutti i partecipanti alla delicatissima operazione sequel verso il film l’originale e il racconto di Dick, dal pubblico è stato chiesto più volte a Ford se il suo Rick Deckard fosse un replicante, lui ha risposto: “Non importa a nessuno cosa penso io”. Mentre Villeneuve è stato un pochino più cortese: “Per Ford Deckard è umano, per Scott un replicante come vuole il director’s cut. Ancora oggi ci litigano. L’ho visto coi miei occhi”.

La sinossi ufficiale del film diramata dalla Warner Bros recita: “Trent’anni dopo gli eventi del primo film, un nuovo blade runner, l’Agente K della Polizia di Los Angeles (Ryan Gosling) scopre un segreto sepolto da tempo che ha il potenziale di far precipitare nel caos quello che è rimasto della società. La scoperta di K lo spinge verso la ricerca di Rick Deckard (Harrison Ford), un ex-blade runner della polizia di Los Angeles sparito nel nulla da 30 anni”.