Il mio Sanremo più difficile? Quello del 2007, quando andai con Gianni e presentammo Forever. La giuria mi trattò malissimo ma io ebbi il coraggio di dire che ero stata boicottata perché non ero di sinistra”. A parlare così è Marcella Bella che in un’intervista rilasciata a Dea Verna per Oggi racconta di aver subito soprusi per via della sua candidatura alle Europee con An: “Me la fecero pagare. Era una giuria di sinistroidi, per modo di dire, tutti comunisti con il Rolex. C’era anche quell’attrice, la cameriera di Banfi nel Medico in Famiglia…”. Il riferimento è a Lunetta Savino. Marcella festeggia i 45 anni di carriera con un disco in uscita prodotto da Mario Biondi.