Nel 2016 Astral Spa, la società che si occupa della realizzazione, della gestione e della manutenzione della rete stradale del Lazio ha chiuso il bilancio in attivo per il terzo anno consecutivo

Oltre 256 mila euro, quasi 30 mila in più rispetto all’anno precedente. Leggendo il bilancio, non è la sola cifra significativa. Ci sono anche 10 milioni in più alla voce patrimonio netto e un incremento percentuale dei ricavi da vendite a doppia cifra: si passa dai 4 ai 4,5 milioni.

Strade e gallerie: una rete di 1500 chilometri
“È un risultato importante – afferma l’amministratore unico, Antonio Mallamo – che conferma quanto di buono siamo riusciti a fare negli anni precedenti”.
L’obiettivo resta quello di mantenere efficiente la rete stradale regionale che percorre il Lazio: in tutto 1500 chilometri.

Nell’attività ordinaria di Astral, questo obiettivo si traduce nella manutenzione dell’asfalto, di viadotti, ponti, gallerie. E ancora: spetta all’azienda regionale salvaguardare gli impianti di ventilazione e illuminazione, i guard-rail, la segnaletica (semafori compresi). Ed è sempre Astral a occuparsi della tinteggiatura delle gallerie e della pulizie delle aiuole negli spartitraffico. Quando necessario, occorrono interventi più corposi, come i lavori per il nuovo manto stradale o il consolidamento delle strutture. Una gamma di funzioni che è costato, solo nel 2016, 17,7 milioni, 5 in più rispetto all’anno precedente (un dato in crescita, bilanciato però da un incremento del valore della produzione).

I nuovi incarichi e le emergenze
Spulciando il bilancio c’è anche un incremento dei livelli occupazionali di 30 unità, acquisite per effetto dell’incorporazione di una parte della Cotral Patrimonio Spa.
“Questo è il terzo anno consecutivo che l’azienda chiude in attivo – sottolinea Mallamo -. Un esito ancor più rilevante quando si consideri l’acquisizione di parte del patrimonio della Cotral Patrimonio e l’acquisizione di nuove competenze in materia di infomobilità e manutenzione ordinaria”.

Un’azienda sempre più digitale
Tra i nuovi incarichi c’è anche l’infomobilità. È la società, attraverso il proprio portale, a occuparsi delle informazioni sui lavori in corso e della diffusione di notizie su tutti gli eventi relativi al traffico e alla mobilità lungo l’intera rete viaria del Lazio. Con la possibilità di pianificare online il proprio percorso o segnalare eventi, attraverso la App ‘Astral Infomobilita’ scaricabile gratuitamente da tutti gli apparati Iphone, Android e Window. Ogni 30 minuti, infatti, attraverso il costante monitoraggio della rete stradale, diffonde informazioni sul traffico.
“Astral – ha commentato Mallamo – era un’azienda che rischiava il tracollo. Oggi, invece, si attesta come una delle realtà più importanti nel panorama delle società regionali del Lazio”.

Nonostante la rinnovata gamma di servizi, il bilancio non ha subito contraccolpi. Anzi. Ecco perché l’utile del 2016 è particolarmente significativo.
“Ci sono margini di miglioramento – osserva l’amministratore unico – ma siamo in regola con i pagamenti ai fornitori, saldiamo le fatture a 30 giorni o massimo a 60 giorni”.
Si guarda ai cantieri chiusi, ma anche a quelli appena aperti: “Abbiamo ultimato lavori per un importo finanziato di oltre 13 milioni di euro – conclude l’ing. Antonio Mallamo – e avviato lavori per un importo finanziato di oltre 11 milioni di euro. E non ci sono ritardi nell’esecuzione degli appalti”.