“Qualche giorno fa – spiega Mario Michele Giarrusso, senatore M5S e membro della commissione Giustizia – ho saputo che il boss di Cosa Nostra Graviano in un’intercettazione in carcere mi ha definito un uomo pericoloso per la mafia”. La sua ‘colpa’ aver lavorato in commissione per impedire modifiche all’istituto dell’ergastolo ostativo ai mafiosi. Dopo le parole di Graviano per Giarrusso è stato preso un provvedimento provvisorio di tutela da parte della Prefettura di Catania. “Al momento il provvedimento è ristretto solo alla provincia di Catania. Questo ovviamente non è idoneo a garantire  la sicurezza della mia attività che si svolge in tutta la Sicilia”.