“Con le dimissioni del ministro Costa vuol dire che continua il mercato delle poltrone e della campagna acquisti in Parlamento. Questo ovviamente sta stravolgendo gli equilibri democratici di questo paese, perché quando c’è una forza politica debole tutti scappano da quella forte e viceversa”. Lo ha detto il vicepresidente della Camera e deputato M5s Luigi Di Maio , commentando le dimissioni del ministro degli Affari regionali Costa. “Questo vuol dire prendere in giro gli elettori. È un andazzo generale e speriamo di andare a votare il prima possibile e nella prossima legislatura di fare una legge che abolisca l’assenza di obbligo di mandato e quindi quando sei un parlamentare e vuoi cambiare partito vai a casa e speriamo anche di introdurre il “re-call” per permettere ai cittadini di un collegio di mandare a casa un parlamentare”.