Ci sono le trame vaticane contro Papa Francesco, l’inchiesta sotto copertura tra i confessionali italiani per svelare i nemici “dal basso” della rivoluzione di Bergoglio, il primo racconto in profondità sulle case segrete dove la Chiesa nasconde i sacerdoti che hanno ceduto alle tentazioni del sesso, della droga, del denaro. Ma c’è molto altro da leggere, per il finesettimana e per tutto il mese di luglio, su Fq Millennium, il mensile dell’Editoriale Il Fatto diretto da Peter Gomez. Per cominciare, un reportage fotografico su quel che resta dell’Isis a Mosul dove, fra morti, profughi e macerie, decine di ragazzini sono chiusi in carcere con l’accusa di aver collaborato con i carnefici del Califfato. Doppiamente vittime. Lo scrittore Marco Malvaldi scova sorprendenti punti di incontro tra fede e scienza, a partire dalla curiosa storia della “equazione dei miracoli”. Mentre Aldo Nove si tuffa nel mondo sconcertante del catto-trash, tra antiche reliquie e nuovi souvenir (insuperabile il vestito da papa per cani, venduto negli Stati Uniti). L’alto e il basso, un’alternanza che è la cifra di Fq Millennium. Vito Mancuso difende i mercanti nel tempio, rispondendo alle domande di Antonello Caporale, Teresa Ciabatti racconta l’ombra della P2 e della massoneria toscana nella sua vita familiare, fin dall’infanzia. E ancora, un grande reportage fotografico sull’ayahuasca, allucinogeno degli sciamani amazzonici importato qui da noi per altri riti, a iniziare dalle notti di Ibiza. Nel mese dell’apoteosi di Vasco Rossi a Modena, Michele Monina discetta su quando la musica si fa culto, religione, idolatria, fanatismo, dalla tomba di Jim Morrison a Parigi alle sette minori del grind norvegese o dell’industrial noise giapponesi. Infine, le firme delle rubriche: Antonio Padellaro, Marco Travaglio, Aldo Giannuli, Luca Mercalli, Alberto Vannucci, Shady Hamadi, Renata Molho, Paolo Soraci, Roberto Casalini.