Gianluigi Donnarumma ci ripensa e forse rinnova con il Milan. Anzi no. Il giovane portiere chiude 24 ore folli, cancellando il suo account Instagram. Dopo il clamoroso strappo delle scorse settimane, il talento rossonero ha affidato il suo pensiero ai social, ma non è andata benissimo. Prima ha deciso di appoggiare apertamente il suo procuratore Mino Raiola, poi ha dichiarato il proprio amore al Milan e infine ha urlato all’hackeraggio del suo account Instagram e lo ha cancellato.

Era iniziato tutto nel pomeriggio con un post su Twitter – “Donnarumma e Raiola. Ieri, oggi e domani!!”  – che ha scatenato un diluvio di commenti (non esattamente positivi) nei suoi confronti. Poche ore dopo, la marcia indietro su Instagram. Foto con la maglia del Diavolo, accompagnata da una didascalia non lascia spazio ad interpretazioni.

Prima le scuse (“Oggi un mio tweet ho scatenato un vero putiferio“) poi l’apertura al clamoroso rinnovo: “Desidero ribadire il mio amore assoluto per il Milan e i suoi tifosi. Ora ho in mente la Nazionale, con la quale spero di fare un regalo a tutti i tifosi – ha scritto sul popolare social – La mia promessa è che, non appena sarà finito l’Europeo, incontrerò la società insieme alla mia famiglia e al mio agente per discutere il rinnovo“.

Un clamoroso nuovo scenario, che dura il tempo di decine di migliaia di like. A un’ora di distanza, la smentita. Donnarumma annuncia la chiusura del suo profilo. Perché? “Hackeraggio sul mio account”, spiega. La decisione viene poi confermata attraverso Twitter. È sempre più grande la confusione sul suo futuro quando tutto sembrava chiuso. Negli scorsi giorni, infatti, i giornali spagnoli avevano riportato la notizia di un “accordo verbale con il Real Madrid”. E anche il dg della Juventus, Beppe Marotta, aveva lanciato messaggi sibillini sull’interesse dei bianconeri.