Il 3310 è stato uno dei cellulari più iconici dello scorso decennio, riscuotendo molto successo sopratutto fra i giovanissimi grazie alle cover sostituibili, al compositore di suonerie ed una rinnovata versione di snake oggetto di sfide infinite. Da un mese circa è arrivato sul mercato il nuovo Nokia 3310 prodotto da HMD Global, azienda finlandese fondata da ex dipendenti del colosso telefonico, che funge da apripista in occidente per i 3 nuovi smartphone Android a marchio Nokia. Nelle scorse settimane abbiamo avuto modo di provarlo, di seguito potete leggere le nostre impressioni

Prima di iniziare va ricordato che il nuovo 3310 non è uno smartphone, bensì un cellulare tradizionale dual sim dotato di un display a colori da 2.4″ QVGA(320×240), una fotocamera posteriore da 2MP e tastiera fisica. Il dispositivo Nokia, disponibile in un buon range di colorazioni vivaci (escluso il grigio dell’esemplare a nostra disposizione), si presenta con un design semplice, che ricorda i modelli del passato, vedendo inserita nella parte superiore, in modo un po insolito, la porta microUSB per la ricarica ed i dati mentre nella parte inferiore trova posto l’ingresso per il jack delle cuffie; le dimensioni sono compatte (115.6 x 51 x 12.8 mm) non tanto lontane da quelle del 3310 originale, ad esclusione di spessore e peso che sono sicuramente inferiori. Nella prova la batteria da 1200mAh (rimovibile) si è dimostrata abbastanza generosa, permettendoci di raggiungere 4-5giorni di utilizzo misto con una singola ricarica nonostante fossero inserite entrambe le sim ed il bluetooth fosse attivo (in media circa 1-2h di chiamate al giorno, a volte con l’ausilio di una cuffia bluetooth, qualche sms e un paio di partite a snake).

Il sistema operativo a bordo del 3310 è il Series30+ che equipaggia i feature phone del marchio finlandese dal 2013, sopravvivendo alle varie transizioni del marchio, e naturale evoluzione dal punto di vista dell’interfaccia utente di quella storica Nokia, offrendo agli utenti del passato un senso di familiarità ma al contempo dotandosi di un menù principale composta da una griglia di icone per ognuna delle funzionalità ed app a disposizione. Parlando di App, oltre alle tradizionali sveglia e calcolatrice, preinstallato nel dispositivo troviamo Opera Mini ed il relativo App Store, il nuovo Snake sviluppato da Gameloft e lo store per i giochi di Gameloft stessa tramite cui poter scaricare/acquistare alcuni giochi aggiuntivi (simili ai giochi Java di una decina d’anni fa); assenti negli store come prevedibile le app per la messaggistica e per i social, ma non per questo tocca rinunciare totalmente a quest’ultimi: tramite il browser è possibile accedere ad esempio alla versione mobile di Facebook come a quella di Gmail, a patto che siate disposti ad accettare delle interfacce d’uso antiquate. Da notare che data l’assenza del supporto alle reti 3G e 4G, così come del WiFi, la velocità di navigazione è abbastanza limitata.

La fotocamera a bordo non è certamente quanto di meglio si possa avere ma, come per quelle degli altri feature phone, è dotata di un sensore con una risoluzione bassa rispetto a quanto offerto dagli smartphone, non offrendo scatti di qualità eccelsa, rendendola utile più per foto “in emergenza”, come ad esempio per memorizzare un testo o una targa, che per le foto ricordo delle proprie vacanze (scatto della gallery in dimensioni originali). La memoria interna di soli 16MB è abbastanza facile da riempire, obbligando l’utilizzo di una microSD qualora si voglia utilizzare il 3310 come player musicale o qualora si voglia tenere in memoria più di 5-6 foto. La radio FM non ha presentato particolari problemi di ricezione anche in ambienti chiusi, la funzionalità richiede però che le cuffiette (in dotazione) siano collegate al dispositivo.

Tirando le somme, il Nokia 3310 è un buon cellulare se siete alla ricerca di un dispositivo il cui utilizzo principale sia fare e ricevere telefonate rinunciando alle funzionalità più “smart”, quindi il target ideale sono coloro che hanno difficoltà nell’utilizzare uno smartphone, come ad esempio persone anziane, ed coloro che si trovino per lavoro o per piacere in un ambiente che renda ostico l’utilizzo del Touchscreen (vedasi ad esempio operai in cantieri edili) e/o in cui non sia possibile ricaricare giornalmente la batteria.

C’è da dire però che il mercato in cui va a posizionarsi non manca sicuramente di concorrenti, incluso il Nokia 150 lanciato da HMD stessa a dicembre con caratteristiche pressochè identiche, ed il prezzo a cui viene proposto (59€ circa per la versione dual sim) si avvicina di più a quello degli smartphone ultra-economici che a quello degli altri feature phone. Se il nuovo Nokia 3310 riuscirà a vendere tanto lo dovrà principalmente all’hype generato da quella doppia coppia di numeri capaci di rievocare il ricordo di quello che per tanti, allora adolescenti, è stato il primo cellulare e, nelle speranze di HMD Global, far tornare a parlare del marchio Nokia in vista della sfida contro i big del mercato Smartphone.

Pro:

  • Durata della batteria
  • Doppia Sim
  • Peso e dimensioni contenute

Contro:

  • Prezzo un po alto per un feature phone
  • Memoria disponibile troppo limitata, quasi obbligato l’acquisto di una microSD