La portavoce per il Sud Europa dell’Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati, Carlotta Sami, in occasione di una delle tante iniziative sparse in tutta Italia in occasione della Giornata mondiale per il rifugiato, fa il punto sulla crisi internazionale dei rifugiati e dei migranti. “Se sono oltre i 65 milioni gli sfollati e i rifugiati in fuga da guerre e conflitti. Particolarmente critiche le situazioni nello Yemen e sud Sudan. La sfida politica resta quella dell’integrazione”, ha detto Sami. E poi c’è il caso dell’accoglienza a Roma “fonte di preoccupazione”, ha detto la portavoce dell’Unhcr, con situazioni tampone gestite da volontari da circa due anni rispetto alle quali “serve piuttosto un intervento strutturale” e le tante “famiglie e bambini per strada dopo gli sgomberi, con un rischio igienico sanitario molto forte”.