La moda italiana perde una firma storica: è morta Carla Fendi. La stilista si è spenta a Roma, aveva 80 anni ed era malata da tempo. Insieme alle sorelle ha guidato l’omonima casa di moda creata dalla madre. Insieme al marito Candido Speroni, scomparso nel 2013, aveva creato nel 2007 la Fondazione Carla Fendi, impegnata nel mecenatismo dell’arte e dell’artigianato.

Quarta delle cinque sorelle Fendi, Carla era il presidente onorario del Gruppo: dagli anni ’60 in poi ha proposto il marchio al mercato americano e ha lavorato al fianco di Karl Lagerfeld, eccentrico stilista noto per aver collaborato soprattutto per la maison Chanel. Con la crescita e lo sviluppo dell’azienda Carla si è occupata prevalentemente della comunicazione, delle relazioni pubbliche e dell’immagine dell’azienda, parallelamente al settore creativo.

Fra i vari progetti che la Fondazione Fendi ha sostenuto, c’è il Festival dei due mondi di Spoleto e il restauro del teatro Caio Melisso, nella città umbra. Lo ricorda la presidente della Regione Catiuscia Marini: “La morte di Carla Fendi ci addolora tutti. Con lei scompare una straordinaria interprete della moda italiana, ma anche un’amica sincera dell’Umbria, della città di Spoleto e del suo festival che ha amato tantissimo”.