Vincent Debraize, 55 anni, sindaco di un piccolo comune della Normandia, è stato fermato e arrestato per l’aggressione ai danni dell’ex ministra e candidata dei Repubblicani Nathalie Kosciusko-Morizet. Lo riportano i media locali. Il primo cittadino di Champignolles (33 abitanti), fra Parigi e la Normandia, a quanto si è appreso, si è presentato spontaneamente alla polizia parigina che lo stava cercando e dovrà rispondere di violenze premeditate su pubblico ufficiale.

Ufficialmente senza partito, Debraize lavora nel settore privato ed è al secondo mandato da sindaco. Qualche tempo fa aveva denunciato “l’intollerabile insicurezza” nella sua regione. Era fra i 33 ad aver patrocinato la candidatura dell’ex consigliere di Nicolas Sarkozy, Henri Guaino, alle ultime presidenziali. Poi, nelle legislative, Guaino era stato sconfitto ed escluso al primo turno proprio dalla Kosciusko-Morizet, sua rivale in una circoscrizione parigina.

La deputata è stata aggredita giovedì scorso durante la campagna elettorale in un mercato parigino. Dalle prime ricostruzioni l’aggressore, dopo averla insultata (“Bobo de merde”, avrebbe gridato), ha tentato di strapparle i volantini di mano per poi tirarglieli in faccia. La donna, coprendosi  il volto, è caduta a terra, perdendo coscienza per diversi minuti prima di essere soccorsa dai pompieri e ricoverata in ospedale con un trauma cranico.