Carrie Fisher è morta a causa di un’apnea nel sonno combinata con altri fattori. E’ il referto del coroner riportato oggi da Los Angeles Times. “La principessa Leila di Star Wars” era stata ricoverata dopo un infarto nel corso di un volo aereo. La morte pochi giorni dopo. Tra i fattori che hanno contribuito al decesso dell’attrice vi sono anche l’aterosclerosi e l’uso di droghe. “Mia madre ha combattuto tutta la vita contro la tossicodipendenza, e le malattie mentali, e alla fine è morta per essa”, ha detto alla rivista People la figlia Billie Lourd. Carrie aveva 60 anni.  Sua madre, l’attrice Debbie Reynolds, è morta il giorno dopo a causa di un ictus.