La nuova Volkswagen Polo è “carismatica come non mai. Ha un design di forte impatto che fa apparire la vettura compatta, più sportiva, essenziale e assolutamente originale anche nell’ambito della gamma VW”: parola di Klaus Bischoff, responsabile dello stile del marchio tedesco. Come chiedere all’oste com’è il vino…

Eppure, nonostante le evidenti somiglianze estetiche con l’edizione precedente, la Polo di sesta generazione è davvero nuova da cima a fondo: è costruita su una piattaforma modulare “mqb A0”, derivata dai modelli più grandi di casa VW. Le dimensioni sono generose: poco più di 4 metri di lunghezza e 350 litri di volume per il bagagliaio. Come una Golf di qualche anno fa per intendersi, anche se le concorrenti storiche rimangono Ford Fiesta, Renault Clio e Peugeot 208.

Proposta solo con carrozzeria a cinque porte, la Polo è chiamata a mantenere in alto l’onore del nome che porta: oltre 14 milioni di esemplari venduti in 5 generazioni, prodotte dal ’75. E se all’esterno è difficile gridare alla rivoluzione, l’abitacolo rimane un punto di forza, specie per la strumentazione tachimetrica digitale affiancata dal display dell’infotainment (con schermo fino a 8 pollici), compatibile con smartphone e, tramite l’app “WePark”, in grado di pagare i parcheggi nelle città coperte dal servizio.

L’offerta motoristica è ampia: include i 3 cilindri benzina 1.0 MPI da 65 e 75 CV di potenza e il turbo 1.0 TSI da 95 e 115 CV. Sul fronte turbodiesel ci sono TDI 1.6 da 80 e 95 CV, mentre chi vuole risparmiare al massimo sul carburante può optare per il TGI da 1 litro di cilindrata e 90 CV, alimentato a metano. Al vertice dell’offerta c’è il 4 cilindri 2.0 TSI da 200 CV della Polo GTI, la più sportiva della gamma.

Offerta in 4 allestimenti – Trendline, Comfortline, Highline e GTI – la nuova Polo offre di serie il sistema che controlla lo stato di vigilanza del conducente – e lo invita a fare una pausa se necessario – e la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni. A richiesta il cruise-control attivo con controllo della distanza di sicurezza e funzione stop-and-go, che affronta le code al posto del conducente (solo con il cambio automatico). A pagamento il cambio automatico a doppia frizione con 7 marce, a patto che il motore abbia perlomeno 95 CV.

Optional anche il Blind spot detection, che monitora l’angolo morto dei retrovisori, il Park assist con frenata automatica, la ricarica wireless per smartphone e il Keyless access. I prezzi per il mercato italiano partiranno da 13 mila euro, mentre la presentazione al pubblico è programmata per il Salone di Francoforte di settembre. La nuova Polo arriverà nelle concessionarie italiane a ottobre.