Anche Batman se n’è andato. Adam West, l’attore che per primo prestò il volto all’uomo pipistrello nella popolare serie degli anni ’60, si è spento a 88 anni a Los Angeles dopo una “breve ma coraggiosa battaglia contro la leucemia”. Un portavoce della famiglia ha commentato: “Nostro padre si è sempre visto come il Cavaliere luminoso, aspirava a influenzare in modo positivo la vita dei suoi ammiratori, è stato e resterà il nostro eroe”. Per gli amanti del fumetto il suo volto resterà l’icona dell’eroe mascherato.

William West Anderson – questo il suo vero nome – era nato a Walla Walla, Washington. Alla fine del servizio militare arriva ad Hollywood, dove inizia a lavorare nelle serie tv – genere di culto per la televisione di quegli anni – con il nome di Adam West. Il suo Batman arrivò alla fine degli anni ’60, con la scenografia dai colori pop e la morale nascosta alla fine di ogni episodio. Erano lontani i riadattamenti epici di Gotham City degli ultimi anni, destinati ad avere grande fortuna cinematografica. La sua fortuna rimase per sempre legata a Bruce Wayne: dopo la cancellazione della serie, faticò a trovare nuovi ruoli.

La popolarità del suo personaggio fu tale che il cartone animato I Griffin lo ha inserito come personaggio nei panni di se stesso: è proprio l’attore a prestare la voce al suo doppelganger, sindaco repubblicano della città di Quahog. Non solo: il personaggio di Batman è comparso anche in diversi episodi dei Simpson (che parodiavano lo stile un po’ demenziale della serie degli anni ’60) e di Johnny Bravo, dove da vero supereroe, si offre di aiutare i cittadini in pericolo. Recentemente era apparso – in carne ed ossa – nel 200esimo episodio della popolare sit comedy americana The Big Bang Theory e la serie Powerless.