Era entrato in una farmacia di via Cassia e, brandendo un fucile da sub, aveva minacciato di morte la farmacista e prelevato l’incasso. Poi, a bordo di uno scooter, si era allontanato facendo perdere le sue tracce. Sul posto si erano subito recati gli investigatori del Commissariato Flaminio, diretto da Massimo Fiore, che avevano iniziato a raccogliere le testimonianze dei presenti ed a visionare le immagini riprese dal dispositivo di videosorveglianza. Rivedendo più volte le immagini, oltre alle caratteristiche fisiche, era emerso un particolare modo di camminare, che aveva fatto intuire agli agenti che l’uomo potesse avere problemi di deambulazione. L’uomo è stato poi arrestato dalla polizia.