Proseguirà come da calendario, in Germania, il festival Rock am Ring 2017 interrotto ieri per una minaccia terroristica con l’evacuazione composta e senza incidenti di 90mila spettatori. “Il secondo giorno di Rock am Ring è iniziato e il programma – si legge nel post – riprenderà nel primo pomeriggio. I fan incredibilmente disciplinati meritano tutto il nostro rispetto e gratitudine”. “Dovevamo prendere questa decisione, tutti gli esperti erano d’accordo, non avevamo altra scelta” ha dichiarato il ministro dell’Interno della Renania-Palatinato, Roger Lewentz, difendendo la decisione di evacuare gli spettatori stavano assistendo al festival a seguito di quella che è stata definita “una minaccia terroristica”.

Il ministro dell’Interno federale, Thomas de Maiziere, ha sostenuto la decisione di interrompere il concerto: “Lewentz ha il mio pieno sostegno in questa difficile e ponderata decisione, la sicurezza dei partecipanti al festival deve avere la priorità”. Ora è in corso l’inchiesta che “è concentrata su alcuni punti”, ha detto ancora Lewentz. Gli investigatori stanno concentrando le indagini su due uomini, addetti del circuito di Formula Uno dei Nuerburgring che ospita il festival, fermati ieri notte. Si sospetta che abbiano lasciato qualcosa nel luogo del concerto, riporta il giornale Bild. I media tedeschi hanno pubblicato anche le foto di cani anti-bomba che controllavano la zona ieri notte.

Il capo della polizia di Koblenz, Wolfgang Fromm, ha spiegato il motivo dell’annullamento della manifestazione: almeno un “cittadino non tedesco e nota alla polizia per fatti legati al terrorismo” aveva avuto accesso alle aree non aperte al pubblico. Fromm ha sottolineato, inoltre, che tre persone sono state arrestate ieri sera e poi rilasciate stamattina e che i pass per accedere al backstage di cui erano in possesso le persone sospettate non corrispondevano ai loro veri nomi.

Le persone erano decine di migliaia e potevano esserci pericolose scene di panico: ma le cose sono andate diversamente e i molti fan arrivati da tutto il mondo sul circuito di Formula Uno di Nuerburgring, a Nuerburg, nella Germania occidentale, per il Rock am Ring, ieri sera sono defluite con calma e ordinatamente, malgrado lo spettacolo fosse stato interrotto dall’annuncio di una “minaccia di attentato terroristico“.  Una calma documentata da foto e filmati che hanno fatto il giro del mondo sui media e sui social network, mantenuta malgrado in Europa i nervi siano a fil di pelle, con le urla e il panico dell’Arena di Manchester, dove sono rimaste in terra 22 ragazzi.

I piatti forti della serata di concerti erano l’ex Oasis Liam Gallagher, i Bastille e la metal band tedesca Rammstein, che non erano ancora saliti sul palco. Prima che potessero farlo, i “Ringrockers“, come si chiamano i fan che ogni anno seguono il grande festival tedesco, si sono sentiti dire dall’altoparlante di uscire dal terreno di Rock am Ring “in modo calmo e controllato”. “A causa di una minaccia terroristica la polizia ci ha consigliato di interrompere il festival”. E l’esodo è stato ordinato, anche se sui media vi sono foto di alcuni fan seduti a terra, che si sono rifiutati di lasciare. Non ci sono stati comunque incidenti e nessuno è rimasto ferito. I fan, uscendo, hanno cantato anche canzoni come “You’ll never walk alone” (“non camminerai mai da solo”), guadagnandosi i complimenti delle forze dell’ordine: “Siete stati super”.

“La sicurezza ha priorità assoluta, e per escludere per quanto possibile una minaccia per i visitatori è stato deciso di sospendere il festival, almeno per oggi”, ha detto un portavoce della polizia citato dalla Bbc. Il portavoce ha detto che, dopo l’attentato di Manchester, la sicurezza era stata aumentata, e che al festival quest’anno si è deciso che fossero presenti 1.200 agenti. “Siccome la minaccia non poteva essere esclusa, si sono prese le misure necessarie, immediatamente”, ha aggiunto. La minaccia, ha concluso la polizia, era “concreta”. Marek Lieberberg, l’organizzatore di Rock am Ring, si era rivolto ai giornalisti avanzando la speranza di poter far riprendere oggi il festival, chiosando che “il pubblico ha reagito in modo fantastico”. E il festival riprende.