È stata sospesa la trasmissione sportiva “Made in Bo”, su Radio International, a seguito delle feroci polemiche scatenate da una telefonata mandata in onda lo scorso sabato, dopo la vittoria in extremis della Juventus a Bologna nell’ultima di campionato. Un radioascoltatore, infatti, pungolato dal Tosco, conduttore della trasmissione, si è scatenato nella sua rabbia contro i bianconeri: “Odio tutti quelli che indossano quella maglia di merda e che sono la vergogna del calcio. Mi fanno schifo e spero che venga giù il loro aereo“. “Vai avanti, sei la mia voce, sei il mio idolo“, lo ha incalzato il conduttore. A dissociarsi immediatamente dalle gravissime frasi è stato il giornalista sportivo Leo Vicari, che è stato messo a tacere dal Tosco. Ma Vicari ha protestato: “Non ci sto, non si augura la morte alle persone“. E il conduttore bolognese ha replicato: “Ma era metaforico”. L’audio è stato diffuso in rete, innescando indignazione e stizza. Pochi minuti fa, l’annuncio del presidente di Radio International, Paolo Pedrini: “È intollerabile, per noi la trasmissione finisce qui