Miglior attrice di Un Certain Regard per Fortunata. Così il verdetto appena arrivato da Cannes sulla vittoria – meritata – della nostra Jasmine Trinca, intensa e sensibile protagonista assoluta del nuovo film di Sergio Castellitto (già nelle sale italiane) che appunto concorreva nella sezione del secondo concorso cannense. Una vera soddisfazione per l’interprete romana che si è cimentata in un ruolo molto distante sia dai precedenti che dalla propria natura. Il suo personaggio, omonimo al titolo del film, è una giovane parrucchiera ragazza madre, che deve combattere quotidianamente nella periferia profonda di Roma per sostenere se stessa, la figlia e combattere contro i soprusi dell’ex marito violento. Un film quello di Castellitto che ha raccolto diversi consensi dopo la proiezione di Cannes: evidentemente anche la giuria guidata da Uma Thurman ha ritenuto fosse la migliore delle attrici presenti nella sezione. Un vero trionfo per Jasmine, indimenticabile ragazzina lanciata da Nanni Moretti nel suo La stanza del figlio, vincitore della Palma d’oro nel 2001.