“L’emendamento Pd per reintrodurre i voucher? Renzi vuole il voto anticipato, ha deciso di far cadere il governo. Con Berlusconi l’amore non è soltanto sulla legge elettorale, ma in vista della prossima legislatura”. Arturo Scotto (Mdp-Articolo 1) attacca il segretario dem dopo lo scontro sui voucher-bis che i dem vorrebbero reintrodurre per impieghi occasionali, per famiglie e piccole imprese, con Mdp che ha minacciato la crisi. “Noi non voteremo la manovrina con i nuovi voucher e nemmeno l’eventuale fiducia. Questo si chiama furto di referendum”, ha rivendicato Scotto. “Il Pd è irresponsabile, è il principale fattore di destabilizzazione del Paese. Paura del voto e della legge elettorale? Lo sbarramento al 5% noi lo auspichiamo”, ha replicato alle accuse arrivate dal Nazareno. E ancora: “Non c’è stata alcuna telefonata di Paolo Gentiloni al capogruppo di Mdp Laforgia, sono soltanto voci messe in giro da Palazzo Chigi”, ha attaccato, in merito ai retroscena che parlano di mediazione diretta dal premier dopo il caos sui voucher. “Se il Pd decide di andare dritto, ha tutti i numeri per interrompere la legislatura. Lo fanno perché sono già pronti alle larghe intese con Berlusconi