Ariana Grande potrebbe pagare i funerali delle vittime dell’esplosione alla Manchester Arena, dove si era esibita subito prima. La notizia è stata diffusa tramite un account Twitter gestito da fan, e per ora non è stata confermata da nessun membro dello staff della cantante. Numerosi tabloid inglesi, come il Mirror e il Daily Mail, hanno rilanciato la notizia spiegando di aver contattato l’entourage della Grande e di essere in attesa di una risposta. Intanto, il team ha comunicato la sospensione del tour internazionale della cantante: diversamente da quanto annunciato subito dopo l’attentato, quando sembrava che fosse stato cancellato definitivamente, il tour dovrebbe riprendere il 7 giugno. Stando al sito ufficiale quindi, le date italiane sono confermate.

L’attentato alla fine del suo concerto ha causato 22 vittime e 119 feriti. Ariana Grande, per rispettare il lutto e per riprendersi dallo shock, ha cancellato le prossime quattro date del tour: il suo team lo ha annunciato in un comunicato ufficiale: “Per via dei tragici eventi a Manchester, il Dangerous Woman Tour con Ariana Grande è stato sospeso per porgere i nostri rispetti alle vittime”. Le date cancellate sono quelle di Londra, quella di Francoforte (3 giugno) e quella di Zurigo (5 giugno). Lo ha annunciato anche il Guardian, citando gli organizzatori del concerto. Resterebbero valide quindi quelle di Roma e Torino, previste per il 15 e il 17 giugno: sul sito ufficiale sono disponibili i biglietti per le tutte le date dal 7 giugno in poi. Nel rispetto delle vittime, altri concerti sono stati cancellati nel Regno Unito, incluso quello di Blondie e dei Take That.

La cantante, che ha esordito come attrice in una sit com di Nickelodeon, ha scalato rapidamente le classifiche di tutto il mondo, diventando una delle postar più amate dai ragazzi. Dopo l’attentato è tornata a casa sua in Florida, a Boca Raton, “distrutta dal dolore”. La popstar aveva espresso il suo cordoglio in tweet postato poche ore dopo l’attacco: “Sono distrutta. Dal profondo del cuore, sono così addolorata, non ci sono parole”.

Il suo manager, Scooter Braun, ha detto che le ultime 48 ore sono state “più che devastanti” e ha espresso il suo supporto con un messaggio su Instagram, unendosi alla cantante: “Da parte mia e della mia amica Ariana Grande: siamo con te Manchester! Non lasceremo che il male vinca, mai!”.