Due esplosioni hanno ucciso diverse persone e ne hanno ferite altre a Giacarta, la capitale dell’Indonesia. Lo affermano vari media locali, che parlano di “sangue e brandelli umani” dappertutto. Le vittime sarebbero almeno 3, mentre tra i feriti ci sono anche tre agenti. Secondo testimoni, le due deflagrazioni sono avvenute a circa 5 minuti l’una dall’altra, intorno alle 9 di sera locali in una stazione di pullman del quartiere orientale densamente popolato, Kampung Melayu. Si sospetta che ad entrare in azione siano stati dei kamikaze.

Le immagini trasmesse dalle tv hanno mostrato del fumo che esce dal terminal, che è stato transennato dalla polizia, e molti membri delle forze di sicurezza che evacuavano la folla.

In Indonesia, il Paese a maggioranza musulmana più popoloso al mondo, da anni combatte contro formazioni jihadiste, prima legate ad Al Qaida, ora con militanti collegati all’Isis che arrivano nell’arcipelago da varie parti del mondo.