Julia Viellehner non ce l’ha fatta. Come Nicky Hayden era stata investita mentre si allenava in bici e come il campione del mondo di Motogp del 2006 è morta all’ospedale Bufanilini di Cesena. Alla triatleta tedesca, 31 anni, dopo l’incidente con un camion avvenuto lunedì 15 i medici avevano dovuto amputare le gambe: le sue condizioni erano disperate. Ieri era stata data la notizia del suo decesso, ma l’ospedale aveva smentito.

Oggi invece la nota ufficiale: “Si comunica che, alle ore 19.21, il collegio medico ha accertato il decesso” della giovane “ricoverata da lunedì 15 maggio ricoverata nel reparto di terapia intensiva 2 a seguito del gravissimo politrauma subito nell’incidente stradale occorso in quella stessa data. La direzione dell’Azienda Usl della Romagna desidera ringraziare la famiglia, che ha voluto dare corso alla volontà manifestata in vita da Julia, acconsentendo alla donazione di organi e tessuti prelevati a scopo di trapianto terapeutico“.

Foto dal profilo Facebook