Chris Cornell, storica voce del grunge, alla guida dei Soundgarden e degli Audioslave, con una solida carriera solista e la splendida esperienza nei Temple of the Dog, si è tolto la vita impiccandosi. Ad annunciarlo è stato il medico legale Wayne County: “La morte è stata determinata dal soffocamento per impiccagione. La relazione completa sull’autopsia, però, non è ancora stata completata”.  L’addetto stampa di Cornell, Brian Bumbery, ha affermato che la morte del cantante è stata “improvvisa e inattesa”. Il portavoce della polizia di Detroit, Dan Donakowski, ha spiegato che le forze dell’ordine sono state chiamati all’hotel di Cornell a mezzanotte da un amico del musicista e hanno trovato l’artista “sdraiato nel bagno, già incosciente e poi è morto”.