Il figlio di un noto businessman messicano di Veracruz è finito nell’occhio del ciclone dopo la diffusione di un video che lo immortala insieme ad altri pescatori mentre uccidono uno squalo tigre a colpi di pistola. Benché Francisco Ruiz, figlio del defunto miliardario Valentin, avesse il permesso per cacciare quel tipo di preda – in Messico, la pesca allo squalo tigre è consentita con apposita licenza – gli animalisti e gli utenti in generale non hanno gradito il modus operandi con cui è stata freddata. Diversi colpi di pistola hanno ucciso l’animale, il cui sangue ha tinto di rosso le acque blu del Golfo del Messico. Ma Ruiz si difende affermando che ha agito nei termini della legge e di conseguenza non è perseguibile.