“I giornalisti sono fatti apposta per violare i segreti. Noi esistiamo solo e unicamente, perché dobbiamo cercare di perforare i muri di gomma del potere, violarli ed entrarci dentro per dare modo ai cittadini ci controllare cosa fa il potere”. Lo ha detto il direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ospite a Di Martedì su La7, commentando la pubblicazione delle intercettazioni tra Matteo Renzi e il padre Tiziano.  La procura di Roma ha aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di violazione di segreto d’ufficio.