Marion Marechal-Le Pen, nipote di Marine Le Pen e deputata del Front National, annuncia il suo ritiro – momentaneo – dalla vita politica. La notizia è comparsa sul sito di Le Figaro, subito rilanciata da Liberation, che cita come conferma fonti dell’entourage di Marion Marechal-Le Pen. L’annuncio ufficiale arriverà mercoledì 10 maggio, la decisione sarebbe mossa da ragioni personali. Secondo Liberation, Marion ha già avvertito la zia Marine, che ha risposto: “Rispetto la tua scelta. Conosco i sacrifici che la politica esige”. La stessa Marion, dopo la fuga di notizie, ha voluto precisare: “Non rinuncio definitivamente alla lotta politica”, scrive in una lettera inviata al Dauphiné Libéré, aggiungendo: “Conoscete la mia storia, sapete che da sempre il mio mondo è quello della politica. A 27 anni, è ancora tempo per uscirne un po’ (…) Penso che l’epoca dei politici sconnessi dalla vita reale con decenni di mandati elettivi sia finita”.

Caldamente voluta in politica dal nonno Jean-Marie, Marion era considerata il futuro volto del Front National. Non si ricandiderà alle elezioni legislative del prossimo giugno e lascerà la presidenza del gruppo del Front National nel consiglio regionale del Paca, cioè Provenza, Alpi e Costa azzurra. Dietro alla decisione di lasciare la vita politica, riferisce sempre Le Figaro, ci sarebbe il desiderio passare più tempo con sua figlia e di non “consacrarsi esclusivamente alla politica”. Inoltre, forse vuole evitare uno scontro con la zia Marine: “È probabile che non sia pronta ad assumere un ruolo che la metterebbe in prima linea contro l’attuale presidente del Front National”, si legge sul sito. Non è tuttavia un segreto la sua opposizione al vice presidente del partito, Florian Philippot, su questioni economiche e sociali.