“Voglio commissariare il governo con la circolare? Un esempio di fake news“. La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, prima di entrare al Marriot Hotel di Roma che ospita l’assemblea nazionale del Pd attacca e nega di voler controllare l’operato dei colleghi del governo, dopo la notizia della circolare inviata ai ministeri nella quale si chiede di visionare gli atti prima che arrivino in Consiglio dei ministri. Eppure, di fatto, non smentisce: “Si tratta di rispettare regole che ci sono già, ha poi aggiunto. “Se si vogliono cambiare le regole sono la prima a dare una mano. Ma finché ci sono queste regole, vanno rispettate”, ha replicato.  “La circolare? Ineccepibile”, ha tagliato corto invece il ministro alla Coesione Claudio De Vincenti sempre a margine dell’assemblea. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando sembra non saperne nulla o quasi: “Commissariato da Boschi? Non me ne sono accorto”, ha replicato l’ex avversario di Matteo Renzi alle primarie. Sarcastico, invece, Gianni Cuperlo: “Boschi vuole commissariare l’esecutivo? Vorrà dire che il governo starà  più sereno“.