M5S? Sono i più filo-immigrazione che ci sono in Parlamento e i più falsi. A parole i 5 Stelle abbaiano e Di Maio e Di Battista brontolano, ma poi non solo non mordono, mordono proprio noi”. Inizia così, ai microfoni di Radio Padania, l’invettiva del leader della Lega, Matteo Salvini, contro i 5 Stelle, ma anche contro Pd e il suo segretario Matteo Renzi. “La settimana scorsa a Bruxelles” – spiega – “il M5S, assieme a Pd e a Forza Italia, ha votato a favore del finanziamento di Frontex, cioè la missione che fa scafismo di Stato a livello europeo. Matteo Renzi? E’ bollito, è finito. Chiuso, anche perché ha governato 3 anni e ha avuto la sua occasione nei 1000 giorni, però li lasciamo a Baglioni i 1000 giorni di te e di me. Ha vinto le primarie con un milione in meno di voti. Dove volete che vada? Ma vi rendete conto come ci stanno pigliando per il culo col caso dei voti degli immigrati a Ercolano?”. E’ poi il turno dell’attacco al deputato M5S, Luigi Di Maio: “Adesso stanno provando a pomparlo all’inverosimile. Ieri è andato all’Università di Harvard a spiegare come governerà il M5S. Nessuno ha ancora ha capito cosa faranno sull’euro, sull’Europa, sulle banche, sull’immigrazione. Tuttavia, lo stanno facendo girare come la Madonna pellegrina, ma è di una pochezza e di una ignoranza difficilmente eguagliabili. Ribadisco che è fondamentale essere onesti, ma non basta. Un sindaco onesto e incapace è un disastro”. Salvini commenta la foto virale che lo mostra dormiente al Cara di Mineo e si pronuncia sull’accordo raggiunto sul provvedimento all’esame della Camera sull’estensione della legittima difesa: “Questi non sono normali, sono tutti scemi. Legittima difesa di notte? Siamo alla difesa variabile in base alle fasce orarie. C’è poi il grave turbamento psichico, che è assolutamente discrezionale per il giudice. Per fortuna esiste la Lega: li terremo chiusi tutta notte in Parlamento