Flavio Briatore non si risparmia mai. Neppure in tv. Dopo aver esortato l’arrivo di una ‘dittatura a termine’ per il Bel Paese a “L’aria che tira” ed essersi chiesto come si possa vivere con poco più di mille euro al mese a “Carta Bianca”, ieri l’imprenditore ha dato spettacolo (si fa per dire) nella puntata di debutto della nuova appendice giornaliera di “Tiki Taka” (in onda dal lunedì al venerdì, su Italia 1, alle ore 19). Ospite di Pierluigi Pardo in collegamento da Montecarlo, Briatore ha sbroccato. “Com’è il reddito medio lì? Ci sono i poveri a Montecarlo? Com’è la vita nel Principato? E’ un luogo particolare, suggestivo…”, ha chiesto il conduttore, senza polemica. L’avesse mai fatto. “E’ un luogo dove uno che ha le possibilità può viverci tranquillamente. Bisogna avere le possibilità, come in tutte le cose”, ha risposto stizzito Briatore.

Queste cose qui, ricchi-poveri, son tutte cazzate che voi tirate fuori – ha continuato -. Intanto cominciate a guadagnare per potervi permettere Montecarlo e non rompete sempre i maroni con queste cose qui perché io prendo, mi alzo e me ne vado dallo studio. Non ha nessun senso. I poveri, i ricchi: ma cosa vuol dire? Siamo proprio degli ignoranti. Siamo proprio dei rancorosi”. “Io non sono rancoroso, lei ha anche scritto un libro sulla ricchezza…”, ha replicato il conduttore.

A questo punto i toni si fanno quasi incandescenti. “Ma fai il tuo lavoro bene – si rivolge a Pardo -. Ma quanto guadagni al mese? Sei povero o sei ricco?”. “Io sto abbastanza bene”. “C’è sempre questa invidia sociale. Io ho fatto vent’anni di Formula Uno. Ho vinto otto mondiali. Ho comprato e venduto sette squadre di Formula Uno. Ho comprato e venduto tre squadre di calcio. Ma perché venite a rompere i maroni a me? Volete cercare i poveri? A Montecarlo non ci sono. Ognuno guadagna quel che merita. Bisogna pensare alla professionalità e ai rischi. Diamo lavoro a quasi 3 mila persone, ma quanti posti di lavoro avete creato voi? Allora non rompete i maroni”. E quando Pardo ha provato a chiedergli un’opinione calcistica, Britatore l’ha liquidato: “Parlane con qualcun altro…”. C’è una regola che i conduttori televisivi devono imparare: non parlare mai di soldi a Briatore.