A volte si rincontrano. Sarà David Fincher a dirigere il sequel di World War Z, con Brad Pitt ancora protagonista. È stato raggiunto infatti l’accordo tra il regista e Jim Gianopulos, nuovo ceo Paramount Pictures, che produrrà il progetto con Skydance Productions. La lavorazione partirà nel primo quarto del 2018.

Si tratta della quarta collaborazione tra Fincher e Pitt, dopo Seven (1995), Fight Club (1999) e Il curioso caso di Benjamin Button (2008). Il regista ha da poco terminato le riprese del pilot di una nuova serie Netflix, Mind Hunters. Il suo ultimo film per il grande schermo risale invece al 2014, L’amore bugiardo – Gone Girl.

Approdato al progetto World War Z dopo che altri registi si erano sfilati – prima Marc Forster, poi Juan Antonio Bayona – David Fincher non è nuovo ai sequel avendo diretto in passato Alien 3 (1992). Il primo World War Z (2013), tratto dal romanzo “Manuale per sopravvivere agli zombi” di Max Brooks, aveva incassato 540 milioni di dollari worldwide. La trama del sequel è ancora top secret, si sa solo che a firmare la sceneggiatura sarà Steven Knight.