Raz Degan è stato condannato a pagare un risarcimento danni di 4700 euro ad Andrea Laivo, un paparazzo che scattò a lui e a Paola Barale delle foto. L’episodio è stato raccontato dallo stesso Laivo ospite da Barbara D’Urso a Pomeriggio 5: “Era il primo aprile del 2009 e io ero in macchina con il mio assistente. Stavo aspettando che Raz Degan uscisse dal ristorante con Paola Barale. I due in quel periodo erano in crisi, a seguito del tradimento di Raz con Kasia Smutniak. Volevo qualche loro foto, così mi sono appostato a trenta metri di distanza. Pensavo che mai mi avrebbero visto, invece l’israeliano si è accorto della mia presenza e si è scagliato contro la mia auto”. Secondo il paparazzo, Degan voleva appropriarsi della macchina fotografica: “Ha cominciato a colpirmi dal finestrino e volavano insulti e pugni. Quando sono sceso dalla macchina mi ha chiuso la portiera sulla gamba. L’ho denunciato per minacce e lesioni”.  L’episodio risale al 2009: ora, dopo 8 anni, è arrivata la sentenza definitiva.