Si è conclusa con ‘Bella ciao’ e con l’inno di Mameli la manifestazione organizzata a Roma per celebrare la Brigata Ebraica in occasione del 25 aprile. All’iniziativa in via Cesare Balbo, nei pressi del Viminale, lì dove la Brigata aveva sede, hanno partecipato la presidente della Comunità Ebraica Ruth Dureghello e il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, oltre ai rappresentanti delle istituzioni, dalla sindaca di Roma Virginia Raggi al vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio. Il governo era rappresentato dal sottosegretario Maria Elena Boschi.

Sul palco e tra il pubblico anche diversi parlamentari di schieramenti diversi, come Renato Brunetta, Pierferdinando Casini, Fabrizio Cicchitto, Roberto Giachetti, Lucio Malan, Miguel Gotor e Matteo Orfini. Tante anche le delegazioni diplomatiche: il vicepresidente della Comunità ebraica romana Ruben Della Rocca ha salutato gli ambasciatori di Israele, degli Usa, della Francia, del Canada, del Marocco, del Sudafrica, del Regno Unito, della Nuova Zelanda, della Polonia, e dell’Australia. “Questi sono gli eserciti alleati che hanno liberato l’Italia – ha detto Della Rocca – non esistono altre bandiere”.

Durante l’intervento di Cicchitto, il lapsus: “… come ha detto il ministro Raggi…”