Per il premier nordcoreano Pak Pong-ju il completamento dei lavori in un solo anno di tempo è stata “più grande di una detonazione nucleare”. L’impresa è la costruzione di oltre 40 grattacieli nel centro di Pyongyang a Ryomyong Street. Una nuova zona residenziale fatta di 4.800 appartamenti e 60 edifici pubblici che saranno destinati a educatori e alle loro famiglie per un’area complessiva di 900mila metri quadri. All’inaugurazione ha partecipato anche Kim Jong-un, che ha tagliato il nastro rosso. Un’esibizione di grandeur del regime, che su fronte internazionale vede salire la tensione con Stati Uniti. Sul fronte interno, invece, Kim Jong-un prepara i festeggiamenti per sabato, il giorno del sole. Si tratta del 105esimo anniversario della nascita di Kim Il-Sung, l’eterno leader alla guida del paese dal 1948 alla morte, nel 1994, nonché nonno dell’attuale leader nordcoreano.