Se entra un ladro dentro casa mia, sparo. Certo. Perché non dovrei sparare?”. Sono le parole pronunciate ai microfoni de La Zanzara (Radio24) dall’attrice Maria Grazia Cucinotta, che, al contempo, precisa di essere contro la violenza e di non possedere armi. Ma sottolinea: “Io capisco quelli che sparano. Se uno è in casa e ha dei figli, sente qualcuno entrare e questo estraneo può mettere le mani addosso a tuo figlio, a tua figlia e a tua moglie, perché non dovrebbe sparare? E’ giusto reagire per proteggere le proprie cose. Non dico che bisogna fare come in America, dove tutti hanno una pistola, ma la legge deve tutelare chi si difende. Qui in Italia quelli che si difendono sono tutelati poco. Prima di tutto vengono attaccati, e magari poi verrà provata la loro totale innocenza”. Netta anche la posizione sui campi rom: “Quelle persone che non hanno voglia di lavorare o che comunque portano dei disagi andrebbero raggruppate in posti dove non possono fare del male a nessuno. C’è tanto spazio, ci sono dei posti deserti dove non arriva neppure l’acqua. Avrebbero tanto da fare. In quei luoghi, peraltro, possono vivere nel loro modo senza dar fastidio a nessuno”. Cucinotta poi si esprime sul M5s: “Grillo? Nel suo fa delle cose, cerca di cambiarle. Ha urlato che voleva cambiare il mondo, facciamoglielo cambiare, perché ogni volta che c’è qualcuno con questi propositi c’è sempre un impedimento. Mettiamolo alla prova. Virginia Raggi? Fatele fare le cose prima. E poi criticatela”