Un minuto di silenzio è stato osservato nel corso di una cerimonia davanti a Scotland Yard, sede della polizia londinese, in ricordo dell’agente Keith Palmer, ucciso nell’attacco di ieri a Westminster. Palmer, 48 anni, sposato con figli, era in forza al comando incaricato della protezione del Parlamento e del corpo diplomatico. Era disarmato, ma ha comunque tentato di fermare l’assalitore.

Era una insegnate di origini spagnole invece la donna rimasta uccisa nell’attacco terroristico. Aysha Frade, 43 anni, con passaporto britannico e origini spagnole, stava andando a prendere le figlie di otto e undici anni a scuola. Non ancora note le generalità della terza vittima: un uomo di circa 55 anni.

La terza vittima è un turista americano. Si tratta di Kurt Cochran, originario dello Utah, che si trovava nella capitale britannica insieme alla moglie Melissa, rimasta ferita, per il loro 25mo anniversario di nozze. La coppia sarebbe dovuta ripartire oggi. A dare notizia della morte di Kurt i suoi suoceri e la cognata su Facebook: “La nostra famiglia ha il cuore spezzato per la morte del nostro genere. Kurt era un uomo buono ed marito amorevole per la nostra figlia e sorella”. Melissa Payne Cochran è ricoverata in ospedale con una gamba rotta ed una ferita in testa.