La notizia è in apparenza semplice. Il concerto di Elodie previsto per il 26 aprile all’Alcatraz di Milano è stato cancellato per motivi tecnici e organizzativi. Lo dichiara il sito di Friends and Partners, che lo organizzava.

Per i più distratti, Elodie è la ragazza coi capelli rosa che l’anno scorso è arrivata seconda a Amici, dietro il gigante di colore Sergio Sylvestre, e che quest’anno, insieme al gigante in questione, ha calcato il palco dell’Ariston tra i Big del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Il gigante in questione, pochi mesi fa, aveva visto annullare le sue date live per presunti impegni di lavoro, per altro.

Ecco. Veniamo alla vera notizia, i talent sono morti. Ora del decesso, etc. etc. Lo sono da tempo, in realtà, ma oggi lo sono in maniera acclarata. Perché dai talent, a parte share televisiva, almeno nel caso di Amici, in partenza proprio questa settimana, non arriva più nulla. Non intendiamo nulla di interessante artisticamente, perché su questo forte, a dire il vero, si è sempre visto pochino, ma anche da un punto di vista discografico.
Servono prove?
Eccole.

L’ultima edizione di Amici è stata vinta da Sergione. Bene. Due album tirati fuori in pochi mesi, una manciata di copie vendute. Succede così anche agli altri artisti, dirà qualcuno. Vero. Però a parte finire di diritto, vai a capire perché, tra i Big di Sanremo, Sergio non ha neanche attività live. Zero concerti con biglietti venduti. Tradotto, nessuno pagherebbe per andarla a sentire cantare in un locale, figuriamoci in un palasport. Idem Elodie, che per di più, scopriamo, ha rotto anche con la sua manager, Francesca Savini, a sua volta manager di Emma. Emma, è noto a chi segue questo mondo, ha adottato Elodie, ha prodotto i suoi due album col suo produttore di fiducia Luca Mattioni. Ora, si suppone, bye bye. Del resto non è che le cose alla bionda vincitrice di Amici e Sanremo siano andate tanto meglio, album e tour che non hanno appagato le aspettative, e ora che è fuori dal cast di Amici, si suppone, potrebbe proprio scomparire. Lele, arrivato terzo, ha vinto Sanremo Giovani, ma il suo album è già da una settimana fuori dalla Top 100. Classifica dove son ancora presenti album di quarant’anni fa dei Pink Floyd. È stato bello conoscerti, Lele, addio.

Guardando alle ultime edizioni, poi, pure peggio. La Iurato è finita a fare le imitazioni a Tale e Quale. I Dear Jack credo si siano persi per sempre, mentre il loro ex front leader, Alessio Bernabei, miracolato da Carlo Conti che lo ha voluto tre volte di fila al Festival, ha racimolato il più alto numero di stroncature della storia della musica leggera, tutte meritate. I Kolors, che vendere hanno pure venduto, sono rimasti incastrati nel refrain della loro sola canzone, e sputi sulle telecamere a parte non hanno fatto altro di significativo. Poi ci sono gli altri, più indietro nel tempo, Moreno all’Isola dei Famosi, Scanu a leggere i tweet a Ballando con le stelle, Marco Carta scomparso nel nulla. Si salvano i soliti nomi, Emma, finché dura, la Amoroso, Annalisa. Stop.

Sul fronte X Factor, se possibile, è anche peggio.
Vediamo le ultime edizioni. I quattro finalisti del 2916 sono giustamente scomparsi. I Soul System, vincitori, sono finiti a Sanremo ospiti di Sergio e hanno messo insieme la più misera figura di merda della storia, andando fuori tempo in un brano che parlava di come gli artisti di colore hanno il ritmo nel sangue. Roshelle, Gaia e Eva non pervenute, e probabilmente faticherete anche a ricordarvi le loro facce. Gio Sada, vincitore dell’edizione 2015 è finito a doppiare un cane in un cartoon. Fragola è sparito nel nulla.

Quest’anno, Sanremo, doveva sancire il ritorno di Giusy Ferreri, reduce dalla mega hit Roma- Bangkok e la messa a fuoco di Chiara, la tipa goffa che ha vinto anni fa ma poi è finita a fare la pubblicità della Tim. Entrambe hanno toppato. Giusy è stata eliminata dal Festival e il suo album non è entrato in Top 10 e sta già scivolando verso il basso. Chiara, prodotta da Mauro Pagani, ha tentato la carta Arisa, fallendo. Singolo sanremese già uscito dalla Top100, album entrato al decimo posto e dopo due settimane già verso la quarantesima posizione. Ci si vede alla sagra della porchetta a Ariccia, forse.

Unico dei talent a aver azzeccato un lavoro Michele Bravi, cioè quello che il mondo dei talent aveva dato per morto e che per tornare a fare musica si è dovuto reinventare come Youtuber.

Tutta gente, questa citata, che non riempie un locale a pagamento manco se viene giù la Madonna e duetta con loro, per altro. Gente viva solo per poterne parlare quando sta per partire una nuova edizione di un talent. Così è per Amici, con un cast nuovo di zecca, direttori nuovi, almeno in parte, con Elisa da sola da una parte, senza più Emma, e Morgan a sostituire Nek e J Ax, giudici nuovi, Ambra, Ermal Meta, Daniele Liotti e Eleonora Abbagnato, media partner nuovo, con le radio Mediaset, 105 in testa, al posto di Rtl 102.5. Anche questo cambio non sembra stia per ora funzionando a dovere, dicono i rumors. Perché le radio Mediaset fanno sì numeri importanti, ma hanno più teste pensanti, quindi non agiscono di concerto, il che si traduce con una copertura assai minore e meno minuziosa di quanto la radio di Suraci non facesse in passato. Sembra che Maria De Filippi, cui questo turn Over è stato imposto dall’alto, non abbia gradito, perché le radio, almeno durante la messa in onda del programma, servono a tenere in vita la fuffa che passa dalla televisione.

Sicuramente il cambio di media partnership non ha giovato a Elodie, nei cui manifesti campeggiava il marchio di Radio 105. Di lei, con buone probabilità, sentiremo parlare alla prossima edizione di Tale e Quale Show, parrucche per coprire i suoi caratterizzanti capelli rosa ne hanno parecchie.