“La politica è sempre più un autobus che viene utilizzato da qualcuno per fare affari con interessi che con la politica non hanno nulla a che vedere”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone nel corso di un incontro su Mani Pulite al Pio Albergo Trivulzio di Milano, dove 25 anni fa con l’arresto di Mario Chiesa ebbe inizio Tangentopoli. “Quello che emerge oggi è la totale subalternità di pezzi della politica a questi comitati di affari”, sostiene Cantone che traccia le differenze tra la corruzione di oggi e quella di allora: “Oggi è molto meno significativa dal punto di vista economico, ma non per questo meno pericolosa perché c’è una politica molto più debole che rischia di essere tirata dentro sistematicamente dai fatti corruttivi”. Secondo Cantone, mentre “allora c’era una regia dei partiti, oggi ci sono schegge isolate all’interno dei partiti, che spesso cambiano anche casacca e non hanno alcuna proiezione nazionale, ma locale”.