La Marina Militare Americana rischia di essere travolta da uno scandalo social: foto di marines nude corredate da commenti osceni sarebbero state infatti diffuse online in una pagina Facebook intitolata “Marines United“. La notizia è stata diffusa in seguito alla denuncia di The War Horse, ong guidata dall’ex marine Thomas Brennan che è stato sommerso da insulti e minacce. Il Pentagono ha annunciato l’apertura di un’inchiesta. Nel frattempo le foto sono state rimosse.

Non è ancora chiaro quante persone siano coinvolte nello scandalo, né quante foto proibite siano state pubblicate online, con o senza il consenso delle soldatesse ritratte senza veli, anche se dalle prime indiscrezioni le marines che si sono riconosciute nelle foto sembrerebbero essere dodici.

Il generale Robert Neller, comandante dei Marines, al momento non ha voluto rilasciare commenti diretti sull’inchiesta. “Prendere di mira in maniera inappropriata uno dei nostri marine, sia online o in altro modo, è di cattivo gusto e mostra una mancanza di rispetto. Mi aspetto che i marines diano il meglio di se stessi come esseri umani, colleghi e militari”, ha dichiarato Neller.