Con questo post voglio inaugurare una serie di video tesi a rasserenare i miei colleghi di apparato genitale. Abbiamo bisogno di serenità nella vita, soprattutto nella vita sessuale. Nel sesso bisogna essere sicuri e decisi, bisogna sempre prendere posizione: la mia posizione preferita è quella del missionario.

Guardarsi negli occhi è fondamentale per capirsi e ipnotizzarsi a vicenda. Il sesso è un atto intellettuale prima di tutto. A noi deve interessare l’erotismo nel sesso, l’animalità la lasciamo agli animali. E l’erotismo è un fatto umano. Anche l’uomo è un animale, ma è un animale delirante: ecco perché le nostre lezioni saranno deliranti.

Questa è la necessaria premessa al tema di oggi che è l’eiaculazione precoce: il famosissimo su e giù, su e giù e su e già! Attraverso l’intelligenza e l’elaborazione intellettuale il video vi spiegherà come sia un falso problema quello dell’eiaculazione precoce, anzi, da fantomatico problema trasformeremo questa nostra capacità sintetico-eiaculatoria in una vera e propria risorsa.

Un elogio della sveltina? Sì, ma non solo. La sveltina ci permette di fare l’amore in ascensore, e non è poco, tra il primo e il terzo piano si può concludere tutto, con piena soddisfazione di chi è inserito nell’organigramma di una vita febbrile e ricca di appuntamenti, la sveltina è l’atto perfetto per chi non ha tempo da perdere e deve pensare a produrre, e attraverso questa contrazione dell’arco temporale sessuale si giunge all’estasi da ascensore. L’eiaculatore precoce in questi casi è l’amante ideale per le donne in carriera, il mercato è vasto, le donne stanno occupando sempre di più posti di responsabilità nel mondo del lavoro.

La sveltina tuttavia è una pratica che non rende giustizia al ben più complesso fenomeno dell’eiaculazione precoce. Non si tratta solo di ragionare in termini di velocità e funzionalità sociale, l’eiaculatore precoce è anche il simbolo di una sessualità intensa che non basa le proprie prestazioni su criteri meramente cronometrici.

In campo cinematografico, per esempio, noi chiameremo film sia il lungometraggio che il cortometraggio. Il cinema nasce con il cortometraggio, e anche il sesso nasce con la sveltina. La dilatazione temporale è solo il frutto di una logica dell’intrattenimento, ma nel sesso, come nel cinema, non si tratta di intrattenere, e nemmeno di “trattenere”, si tratta più semplicemente di comunicare, comunicare la vita.

La qualità di uno scambio comunicativo non si fonda sul minutaggio. Uno dei film più belli della storia del cinema è – L’arrivo del treno alla stazione di La Ciotat – e il film in questione non arriva a durare nemmeno un minuto, se non ricordo male. Allo stesso modo un atto sessuale, se è intenso, può essere bellissimo.

Vi siete persuasi della bontà delle mie riflessioni? Il video vi aiuterà a capire meglio. In ogni caso è meglio convincersi di quanto vi ho appena detto, anche perché eiaculare precocemente è proprio una sfiga.