“Ho profondo rispetto per la magistratura, perché credo che un paese si chiama democratico solo nella misura in cui rispetta la magistratura. Questo profondo rispetto è inversamente proporzionale a quello che ho verso la vostra categoria (di giornalisti, ndr)”. Così Tiziano Renzi, padre dell’ex premier Matteo, risponde alla giornalista della trasmissione di La7  diMartedì, che l’ha intercettato a Rignano sull’Arno.  “Io credo che in questo momento la stampa abbia la libertà di diffamazione invece che di informazione”. E poi liquida la cronista con una battuta. “Traffico di influenze? Sono uno spargitore di bacilli”. Tiziano Renzi è indagato dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta Consip, con l’accusa di concorso in traffico di influenze.