Durissimo attacco del direttore de l’Unità, Sergio Staino, contro Massimo D’Alema, ai microfoni di RTL. “D’Alema  – dice Staino al conduttore Pierluigi Diaco – è stato il personaggio più deleterio della sinistra italiana. Io l’ho disegnato tempo fa con un fucile in mano mentre preparava delle pallottole per uccidere varie personalità, da Occhetto a Prodi, passando per Veltroni e infine Renzi. Colpisce che sia lui a rimpiangere l’Ulivo essendo stato proprio D’Alema il primo assassino di quella esperienza politica. Non so – conclude Stiano – quanti compagni saranno disposti ad andare via dal Pd sapendo di ritrovarsi tra le braccia di D’Alema”.