E’ stata arrestata con cinque chilogrammi di cocaina. L’italiana Elisa Salatino, 39 anni, è stata fermata domenica 12 febbraio al suo arrivo all’aeroporto di Melbourne, proveniente da Roma, dagli agenti di frontiera australiani. E’ accusata dalle autorità locali di importazione e possesso di una quantità commerciabile di una sostanza stupefacente soggetta a controlli al confine. Le accuse formulate a suo carico comportano la pena massima dell’ergastolo.

Durante il passaggio di una sua borsa ai raggi X, la polizia ha scoperto un doppio fondo assemblato con un pannello di legno compensato e il contenuto illegale. La notizia del fermo di una cittadina italiana è riportata anche sul sito della polizia federale australiana. La donna, si legge sulla stampa locale, è comparsa il 14 febbraio davanti ad un tribunale di primo grado, la Melbourne Magistrates Court. La prossima udienza per la donna di fronte alla corte è prevista per il 22 maggio. Il valore complessivo della droga trovata nella borsa ammonta a 1,1 milioni di dollari.