“Siamo arrivati a punte di masochismo inimmaginabili. La botta presa è pesante ma potevamo ricominciare”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, intervenendo in direzione Pd, dopo la relazione di Matteo Renzi. Il governatore campano continua poi con un attacco diretto a Luigi Di Maio: “reduce dalla sua battaglia contro la storia, la geografia e la grammatica si è riproposto come guida del governo dell’Italia, forte dei successi di Roma capitale, dove sono state introdotte grandi novità, dalle accettazioni di dimissioni con riserva alle polizze al milite ignoto”. Lo dice il presidente della Campania Vincenzo De Luca, nel suo intervento in direzione Pd.