Polemica vivace a Tagadà (La7) tra il deputato M5S, Gorgio Sorial, e la giornalista de Il Corriere Della Sera, Fiorenza Sarzanini, sulla lista dei nove giornalisti presentata dal vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, al presidente dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino. Sarzanini ironicamente si definisce fiera di appartenere a quell’elenco di nomi. Sorial osserva: “Secondo me, si poteva fare a meno di scrivere quelle cose senza certificarle in maniera chiara e senza avere la controprova di quello che c’era. Non ricordo se era Il Corriere, ma si è parlato delle polizze come se la sindaca di Roma, Virginia Raggi, nell’immediato avesse un ritorno economico. Questo è un modo di inventare delle notizie che non sono le “fake news” di Facebook, ma notizie false create dai media e dai tg proprio per una direzione politica molto chiara”. “Mi sono imposta di non parlare di questa lista” – ribatte la giornalista – “perché glielo dico sinceramente: a me questa lista fa ridere. Non mi fa ridere però che l’abbia fatta il vicepresidente della Camera, che si candida alla guida del Paese. Nessuno mai, e mi porti la prova contraria, ha detto che la sindaca Raggi era stata corrotta con questa polizza. Tutti i giornali hanno posto solo una domanda, che faccio anche a lei: per voi queste polizze sono normali?