Seconda serata del 67esimo Festival di Sanremo e sul palco dell’Ariston arrivano i giovani. Quattro degli otto arrivati sin qui si esibiranno, come di consueto durante il regno di re Carlo, in apertura di trasmissione per regalare loro il massimo dell’ascolto possibile. Ad aprire le danze della competizione tra i giovani (con due su quattro che andranno alla finale di venerdì) sarà Marianne Mirage, forse la migliore del lotto, seguita da Francesco Guasti, Braschi (il cui pezzo sui migranti ha fatto puntualmente arrabbiare Salvini) e Leonardo Lamacchia. I brani, come da qualche anno, non verranno cantante per la prima volta sul palco ma circolano sul web e in radio già da mesi, dunque basterà un breve televoto e poi via con l’annuncio dei due che passano il turno.

L’apertura pre-big sarà affidata a Hiroki Hara, l’illusionista giapponese capace di meraviglie, mentre la prima canzone in gara sarà “Ora esisti solo tu” di Bianca Atzei, giusto per sbrigare la pratica il prima possibile e dedicarci ad altro. La scaletta della seconda serata è decisamente più agile della prima: secondo big in gara sarà Marco Masini con “Spostato di un secondo”, seguito dall’arrivo di Francesco Totti, che probabilmente sfotterà Carlo Conti dopo il sonoro 4 a 0 subito dalla Fiorentina contro i giallorossi. Così come Raoul Bova ieri sera, anche il Pupone presenterà un cantante in gara, precisamente il duo Nesli e Alice Paba con “Do retta a te”.

Sergio Sylvestre e la sua “Con te” precederanno il momento “Tutti cantano Sanremo” con l’ingresso di Salvatore Nicotra, l’impiegato modello che in quarant’anni di carriera non si è mai assentato, nemmeno un giorno per motivi di salute. Gigi D’Alessio canterà “La prima stella”, Michele Bravi esordirà a Sanremo con “Il diario degli errori”, ma tra loro ci sarà la seconda copertina di Maurizio Crozza. Poi sarà di nuovo il momento di Totti, protagonista di un siparietto calcistico con Carlo Conti.

Prima dell’arrivo di Robbie Williams (che canterà l’ultimo singolo “Love my life”), Paola Turci canterà “Fatti bella per te”, mentre dopo l’artista inglese toccherà a Francesco Gabbani e la sua “Occidentali’s Karma”. L’ospite italiano della serata sarà Giorgia, che canterà il nuovo singolo “Vanità” e poi un medley dei suoi tre successi sanremesi (“E poi”, “Come saprei” e “Di sole e d’azzurro”).

La gara tornerà al centro della serata con “Mani nelle mani” di Michele Zarrillo, la cui esibizione precederà l’arrivo di Sveva Alviti, l’attrice protagonista del film “Dalida”, in onda su RaiUno il 15 febbraio. Un ospite tira l’altro, e allora spazio subito al divo (in realtà anti-divo per attitudini e comportamenti) Keanu Reeves, e poi via con le ultime due esibizioni in gara: Chiara (“Nessun posto è casa mia”) e Raige & Giulia Luzi (“Togliamoci la voglia”). Potevano mancare i comici? Potevano, e forse dovevano, ma arriveranno sul palco Brignano, Insinna e Cirilli, a precedere l’esibizione della band scozzese “Biffy Clyro” e poi, finalmente, la classifica provvisoria e l’annuncio dei tre big a rischio eliminazione.