Tutto ebbe inizio a Birmingham e stasera terranno il loro ultimo concerto proprio nella città inglese. Dopo mezzo secolo di tour mondiali, i Black Sabbath mettono un punto finale alla storia della band heavy metal ebbe inizio. Nella scaletta sono probabilmente incluse alcune delle più note hit della loro carriera, tra cui ‘Iron Man‘, ‘War Pigs‘, ‘Snowblind’ e ‘Paranoid’. Il gruppo britannico, considerato tra i gruppi più influenti di tutti i tempi, si esibisce infatti nella loro ultima esibizione pubblica e per farlo ha scelto la Genting Arena della sua ‘città natale’, capace di ospitare 15.700 persone e dove ha registrato il tutto esaurito.

Fan da tutto il mondo hanno raggiunto la seconda città del Regno Unito per partecipare all’evento musicale, considerato da molti il simbolo della “fine di un’era”. I Black Sabbath sono nati nel 1968 come antidoto alla musica in stile peace and love degli anni ’60 e sono ritenuti i pionieri del genere heavy metal. In cinquant’anni, la band ha venduto più di 70 milioni di dischi. Sul palco per quest’ultima esibizione ci saranno Ozzy Osbourne (cantante), Tony Iommi (chitarrista), Geezer Butler (bassista) e Tommy Clufetos (batterista). Si tratta dell’ultima tappa del loro tour mondiale chiamato, non a caso, ‘The End Tour‘, che li ha portati in Nordamerica e Sudamerica, in Australia, Nuova Zelanda ed Europa.

Tony Iommi ha raccontato al Birmingham Mail: “Doveva finire a Birmingham. È la nostra casa ed è dove abbiamo iniziato. Penso che sarà molto commovente”. Come anteprima al loro ultimo concerto, i Black Sabbath si sono esibiti giovedì notte in un’altra performance con tutto esaurito, nello stesso stadio di questa sera. Geezer Butler ha affermato, in un’intervista: “Stiamo tutti invecchiando, e mentre siamo ancora al massimo della nostra professione, sia musicalmente sia esteticamente, vogliamo uscirne al massimo e sentiamo che questo sia il momento giusto per farlo”.