“Il potere legislativo deve fare la sua parte”. La presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi interviene a Reggio Calabria a margine dell’inaugurazione dell’anno giudiziario sul tema della riforma del codice penale ancora impantanata al Senato. “Come commissione – ha affermato – abbiamo fatto una relazione sulla carenza degli organici. Oggi cosntatiamo che sia il Csm che il Governo hanno preso sul serio le nostre richieste. Le riforme ferme al Senato si devono sbloccare. Non sono riforme perfette. Magari sono da migliorare. Questo se c’è da fare lo si faccia, ma non si può tenere ferma una riforma che ha come obiettivo quello di rendere più efficace ed efficiente la giustizia”. Ce la fate prima delle elezioni? “Il tempo non è lungo ma è sufficiente per approvare queste riforme. Forse è più importante fare alcune cose che avere fretta”.