“Un ritorno della prima Repubblica, dopo la sentenza della Corte Costituzionale sull’Italicum? No, la prima Repubblica non può tornare, era un’altra cosa. Oggi siamo di fronte a una frammentazione della società“. L’ex premier Romano Prodi spiega, a margine della presentazione del libro “La Repubblica degli Italiani” di Agostino Giovagnoli a Roma, perché a suo dire non è uno scenario oggi in campo. “La magistratura, il presidente della Repubblica, oggi la Corte Costituzionale hanno occupato questi vuoti. Oggi la frammentazione è andata troppo avanti e non ci sono più le strutture di una volta, come i partiti“. Romano Prodi sottolinea di non volersi esprimere sulla sentenza della Corte Costituzionale, ma precisa: “Oggi sono orientato verso un sistema con collegi uninominali e piccoli”. E avverte: “Stiamo attenti, perché una legge elettorale deve essere fatta per sempre, possibilmente. Il sistema inglese è così da decenni”.